28.000.000 +   
Contatore Sito
Bpath Contatore

Visitatori dal 31/10/1998
Utenti connessi:

FNADA News
Bollettino telematico

Audio News dal Governo
n. 35 del 27 Settembre 2011

ANNO XIV

Precedente ] Su ] Successiva ]

Clicca qui per visitare il sito dell'Anquap - Il portale dei quadri pubbliciTorna alla pagina iniziale di FNADA Web
Ultimo aggiornamento
01 giugno 2013

Rendi FNADA Web la tua home page FNADA Web

Ricerche nel sito FNADA  Cerca nel sito Istruzione

FNADA News
Bollettino telematico

RUBRICHE
ASSISTENTI AMM.VI
SERVIZI redazionali
Ultime disposizioni
Contributi professionali
Contributi dei visitatori
Documenti
Associazioni Regionali e Provinciali aderenti alla FNADA
Archivio storico FNADA
nel sito www.anquap.it
Strutture ANQUAP
Documenti ANQUAP
Archivio storico ANQUAP
Comparto Ministeri

Progetto FNADA Web
Copyright ©
1998 - 2012

Webmaster
libero.dileo@fnada.it

Seguici su Facebook

 

 

Gennaio Febbraio Marzo
Aprile Maggio Giugno Luglio-Agosto
Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Settembre 2011
Buon anno scolastico 2011-12
BUON ANNO SCOLASTICO (2011/2012)
NONOSTANTE TUTTO

Province Manovra/bis 2011
Censimento Licei sportivi
A.S. 2011-12 Giustizia civile Manovra 2011
Assunzioni Manovra 2011 Riforma fiscale
Part time Editoria digitale Congedi & aspettative

ATTI
2011
Forum PA 2011

CLOUD PA: 1a conferenza Nazionale sul cloud computing nella pa
 

Convegno "Nuovo CAD: documenti elettronici e dematerializzazione"
Convegno "Riforma e nuovo modello contrattuale"
Convegno "A due anni dalla riforma, cosa è cambiato e cosa no ?"

Il cammino di FNADA Web


 

Statistiche FNADA Web

Anno XV

I numeri di FNADA Web
oltre 3.000 file in linea

oltre 50.000.000
di Visitatori

FINO al 31-12-2011

DAL 01-01-2012

Server del sito

Statistiche del nuovo server - dal 31 Ottobre 2000

16 Settembre 2011

Province

Province: il disegno di legge costituzionale che ne prevede l’abolizione

Dopo l’approvazione in Consiglio dei Ministri inizia ora il complesso iter parlamentare del disegno di legge costituzionale per l’abrogazione delle province. Tra gli obiettivi, la riduzione dei costi complessivi degli organi politici e amministrativi, oltre che una semplificazione dell’organizzazione. Le disposizioni si applicano anche alle Province delle Regioni a statuto speciale, fatta eccezione per Trento e Bolzano. Il provvedimento stabilisce che spetterà alla legge regionale, promuovere forme associative fra i Comuni per l’esercizio delle funzioni, definirne gli organi, le funzioni e la legislazione elettorale.
16 Settembre 2011

Manovra/bis

Manovra bis: cosa cambia dopo gli emendamenti presentati dal governo - Approvata dal Parlamento e pubblicata in gazzetta ufficiale

Due sono sostanzialmente le differenze tra il testo della manovra - varata dal governo a ferragosto per fronteggiare la crisi e la speculazione finanziaria – e il provvedimento attualmente all’esame del Parlamento. La prima riguarda il gettito della 'Robin Hood Tax', il prelievo fiscale a carico delle imprese energetiche, che andrà interamente agli enti locali. La seconda riguarda il contributo di solidarietà sui redditi più alti nel settore privato che è stato sostituito da più stringenti norme antievasione.
12 Settembre 2011

Censimentos

Al via il censimento ISTAT, e i dipendenti pubblici possono compilarlo on line dall'ufficio

Dal 12 settembre le famiglie che abitano in Italia hanno cominciato a ricevere nelle cassette postali i questionari del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2011. Ha preso cosi’ avvio la rilevazione che l’Istat effettua ogni 10 anni per conteggiare la popolazione e conoscere le sue caratteristiche, nonche’ per aggiornare e revisionare le anagrafi comunali, cosi’ da determinare la popolazione legale necessaria a fini giuridici generali ed elettorali.
Inoltre, il Censimento raccoglie informazioni sulla quantita’ e le caratteristiche strutturali delle abitazioni e degli edifici.

Una fotografia a oltre 25 milioni di famiglie, quasi 61 milioni di cittadini, italiani e stranieri, residenti in 8.092 Comuni italiani. Tra le principali innovazioni del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni 2011 c’e’ l’invio per posta del questionario che, fino all’edizione precedente, veniva consegnato dai rilevatori comunali direttamente casa per casa. Grazie all’impiego delle Liste anagrafiche comunali, ciascun intestatario del foglio di famiglia riceverà all’indirizzo di residenza – risultante in anagrafe alla data del 31 dicembre 2010 – un plico contenente il questionario, la guida per la sua compilazione e tutte le informazioni su come restituirlo.

Altra importante novità del Censimento è la possibilità offerta alle famiglie di compilare e restituire il questionario via Internet collegandosi al sito censimentopopolazione.istat.it e inserendo la propria password di accesso (stampata sul questionario). La restituzione via web del modello servirà a snellire e semplificare le operazioni di compilazione e ridurre i tempi di rilascio dei risultati.
Qualora la famiglia preferisca compilare il questionario cartaceo, potrà restituirlo agli uffici postali o ai Centri di raccolta allestiti dai Comuni.

Rispetto al Censimento 2001, sono state inserite alcune domande nuove che riservano particolare attenzione all’ambiente: nel questionario 2011, infatti, si trovano quesiti sul tipo di combustibile o di energia usati per il sistema di riscaldamento delle abitazioni e sull’eventuale presenza di impianti a energia rinnovabile o di aria condizionata.
Un’attenzione particolare è stata posta anche alla tecnologia, con una domanda sulla disponibilità di cellulari e connessione a Internet. Sono, inoltre, presenti quesiti sulle difficoltà incontrate - per problemi di salute - nello svolgere
alcune attività della vita quotidiana (presenti soltanto nel questionario in forma completa).

Tutte le informazioni raccolte dal Censimento sono garantite dalla legge sotto il profilo della tutela e della riservatezza, principi che l’Istat rispetta rigidamente e assicura in occasione di ogni rilevazione, applicando le disposizioni del Codice in materia di protezione dei dati personali (legge n. 196 del 2003).

«Dai risposte al tuo futuro è uno degli slogan di questa campagna – spiega il Presidente dell’Istat Enrico Giovannini – perché la partecipazione al Censimento non è solo un contributo civico alla conoscenza del nostro Paese, ma una condizione necessaria per cogliere esattamente le caratteristiche della nostra società e del territorio in cui viviamo, al fine di assumere le decisioni più opportune per costruire un futuro migliore per tutti».

In accordo con l’ISTAT, il Ministro per la PA e l’Innovazione Renato Brunetta ha inviato a tutte le amministrazioni pubbliche una lettera con la quale le invita a consentire ai propri dipendenti la compilazione via web - attraverso l’utilizzo del pc dell’ufficio - del questionario del XV censimento della popolazione e delle abitazioni. Grazie a questa iniziativa la PA contribuirà così fattivamente al successo del censimento stesso, rafforzando al contempo la propria immagine in termini di efficienza e di innovazione.

La distribuzione dei questionari terminerà il 22 ottobre e, a partire dal 1° ottobre 2011 fino al 29 febbraio 2012, per qualsiasi chiarimento le famiglie potranno chiamare il numero verde gratuito 800.069.701 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Dal 21 novembre 2011 al 29 febbraio 2012 i Comuni metteranno in campo i rilevatori, incaricati di recuperare i questionari non ancora restituiti e rilevare le famiglie non presenti nelle Liste anagrafiche. Dovranno rilevare anche: le convivenze (ospedali, alberghi, conventi, ecc.), le abitazioni non occupate e gli edifici. In questa edizione i rilevatori saranno in numero ridotto rispetto al passato, circa 60 mila;

Il 31 marzo 2012, cioè a un mese dalla fine delle operazioni sul territorio, l’Istat diffonderà i primi risultati provvisori per
Provincia e Comune, mentre la popolazione legale sarà disponibile entro il 31 dicembre 2012.

Per promuovere il Censimento 2011, l’Istat ha organizzato una Campagna di comunicazione e informazione che utilizza in maniera mirata diversi mezzi e strumenti. L’obiettivo è di coinvolgere e sensibilizzare tutti i cittadini, con una particolare attenzione a giovani, stranieri e anziani. Grande rilievo viene dato alle iniziative rivolte all’informazione e all’assistenza diretta della popolazione attraverso azioni che si svilupperanno su tutto il territorio.

  • 215 punti informativi, chiamati Census point, saranno allestiti dal 7 ottobre all’interno di centri commerciali, cinema multisala e stazioni ferroviarie dei primi 100 Comuni più popolosi d’Italia, per distribuire materiale informativo.
  • Sempre il 7 ottobre partirà il Census tour: 21 furgoni, personalizzati con il logo del Censimento, si metteranno in viaggio per visitare in 35 giorni 700 Comuni di piccola e media dimensione, dal Nord al Sud della Penisola, sostando un’intera giornata nelle piazze principali per incoraggiare i cittadini nella compilazione del questionario

ARTICOLO da Forum PA
(
http://saperi.forumpa.it/story/63576/al-il-censimento-istat-e-i-dipendenti-pubblici-possono-compilarlo-line-dallufficio?utm_source=FORUMPANET&utm_medium=2011-09-14)

8 Settembre 2011

Licei sportivi

Licei ad indirizzo sportivo: la riorganizzazione dei percorsi didattici

Colmare un vuoto normativo con l’introduzione di percorsi didattici omogenei su tutto il territorio nazionale e garantire agli studenti non solo la possibilità di studio delle scienze motorie e sportive ma anche l’applicazione dei metodi della pratica sportiva in diversi ambiti, l’elaborazione dell’analisi critica dei fenomeni sportivi e del ruolo pluridisciplinare e sociale dello sport, l’approfondimento della conoscenza delle diverse discipline sportive: questo in sintesi lo schema di regolamento approvato dal Consiglio dei Ministri l’8 settembre 2011 su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Mariastella Gelmini.
1 Settembre  2011

A.S. 2011-12

Scuola: le novità per l’Anno scolastico 2011/2012

Oltre 7 milioni gli alunni che si preparano ad affrontare il nuovo anno scolastico. 59 istituti tecnici superiori costituiti in quasi tutte le regioni italiane che prevedono una forte connessione col mondo aziendale e periodi di stage in azienda; aumento del numero di docenti di sostegno che si attesta a 94.430 unità. Inoltre, dal prossimo anno partiranno i nuovi percorsi per chi vuole diventare insegnante e conseguire un’abilitazione. Questi i dati illustrati dal Ministro dell'Istruzione, Maria Stella Gelmini, durante la conferenza stampa tenuta a Palazzo Chigi in vista della riapertura delle scuole.
 
1 Settembre  2011

Giustizia civile

Giustizia civile: approvato in via definitiva il decreto che riduce a 3 i riti processuali

D’ora in poi, in materia di giustizia civile, ci saranno solo tre riti processuali al posto degli attuali 33. Il Consiglio dei ministri del primo settembre ha approvato in via definitiva un decreto legislativo che razionalizza e semplifica la normativa processuale introdotta dalla legislazione speciale, raccogliendo in un unico testo normativo, tutte le disposizioni che disciplinano rispettivamente le controversie in materia di rapporti di lavoro, nel rito sommario di cognizione e nel rito ordinario di cognizione. Il provvedimento è stato illustrato dal ministro della giustizia Francesco Nitto Palma in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri.
16 Luglio 2011

Manovra 2011

La manovra è legge: in Gazzetta Ufficiale il testo con le modifiche

Credito d'imposta per la ricerca e detassazione dei nuovi contratti di produttività, fiscalità di vantaggio per i giovani che fanno impresa e credito d'imposta per il Sud. In tempi record è stata approvata dal parlamento la manovra finanziaria che prevede il rientro – entro il 2014 – del deficit pubblico. Il testo del decreto convertito in legge dalle camere con alcune modifiche è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale di sabato 16 luglio e le norme sono in vigore da lunedì 18 luglio.
18 Luglio 2011

Assunzioni

Scuola: accordo sul piano triennale delle assunzioni

E’ in corso l’iter procedurale per l'assunzione a tempo indeterminato nella scuola di circa 65mila persone, tra docenti e personale ATA. Dopo l’incontro con le parti negoziali avvenuto a Palazzo Chigi alla presenza del sottosegretario Letta, l’Aran, l’agenzia per la rappresentanza sindacale ha convocato i sindacati della scuola al fine di dare esecutività al Piano. Le assunzioni verranno effettuate nell'arco degli anni 2011-2013, sulla base dei posti vacanti disponibili in ciascun anno.
20 Giugno 2011

Manovra 2011

Verso il pareggio di bilancio nel 2014: la Manovra varata dal governo

Contenimento dei costi della politica e della spesa pubblica da un lato e misure per sostenere lo sviluppo dall’altro. Il contenuto della manovra, varata il 30 giugno dal Consiglio dei ministri, è in equilibrio tra correzione e sviluppo per centrare l’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2014. Il provvedimento si compone di 4 parti: contenimento dei costi della politica; misure generali di contenimento della spesa; disposizioni in materia di entrate tributarie; misure per sostenere lo sviluppo. Tra le misure di sviluppo, previsti interventi di fiscalità di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità, nonché di liberalizzazione del collocamento, di attivazione del capitale di rischio verso le nuove imprese, di finanziamento e potenziamento delle infrastrutture, di riordino dell’Anas e dell’ICE. In via sperimentale, il decreto legge dispone che gli esercizi commerciali, che operano nei comuni di interesse turistico e nelle città d’arte, non sono più tenuti a rispettare gli orari di apertura e chiusura, la chiusura domenicale e festiva e la mezza giornata di chiusura infrasettimanale. Il contenuto della manovra gioca sull'equilibrio tra misure di correzione e misure sullo sviluppo, in quanto "senza rigore non c'è sviluppo" ha affermato il Premier intervenuto in conferenza stampa al termine della riunione insieme al ministro Tremonti che ha illustrato sinteticamente il contenuto della manovra.
30 Giugno 2011

Tasse

Riforma fiscale: lo schema della delega approvata dal Consiglio dei ministri

Tre aliquote di base, rispettivamente del 20%, del 30%, del 40% e riduzione a cinque dei tributi statali (imposte sui redditi, sul valore aggiunto, sui servizi ed accisa). Il Consiglio dei Ministri del 30 giugno ha approvato un disegno di legge delega per la riforma fiscale e assistenziale. Il progetto di riforma prevede la semplificazione degli adempimenti tributari, la razionalizzazione delle agevolazioni esistenti per una loro concentrazione in regimi di favore essenzialmente su natalità, lavoro e giovani, graduale eliminazione dell’IRAP. L’attuazione della riforma è modulata con più decreti legislativi, da emanare entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sottoposti al vincolo della invarianza dei saldi economici e finanziari netti dei singoli settori istituzionali, tenuto anche conto della riforma del sistema di assistenza sociale. Fino al completamento della riforma continuano ad applicarsi le disposizioni vigenti, in quanto compatibili, non espressamente abrogate. Per lo stesso periodo e per i tre anni successivi al completamento della riforma, nel rispetto degli stessi princìpi e criteri direttivi, possono essere emanate, con uno o più decreti legislativi, disposizioni integrative e correttive, nonché tutte le modificazioni legislative necessarie per il migliore coordinamento delle disposizioni vigenti. Apposita normativa transitoria escluderà inasprimenti fiscali, rispetto a regimi fiscali garantiti dalla legislazione pregressa. Fino al completamento del processo di riforma costituzionale restano garantiti in termini quantitativi e qualitativi gli attuali meccanismi di finanza locale.
30 Giugno 2011

Part time

Part-time: una circolare per le amministrazioni

Un’apposita circolare, è stata inviata dai ministri Brunetta e Carfagna e dal sottosegretario Giovanardi a tutte le amministrazioni pubbliche, per chiarire i dubbi in merito all’applicazione della normativa sul part-time nel pubblico impiego. Con il collegato lavoro è prevista, in sede di prima attuazione, la possibilità per le amministrazioni di rivedere le situazioni di part-time già in essere al momento dell'entrata in vigore del decreto legge n. 112/2008, accordando un potere unilaterale speciale per ricondurre i rapporti a tempo pieno nel rispetto dei principi di buona fede e correttezza. Tra le novità della disciplina, l'eliminazione, in via generale, di ogni automatismo nella trasformazione del rapporto, che attualmente è subordinato alla valutazione discrezionale dell'amministrazione interessata. Sui presupposti della trasformazione del rapporto di lavoro è intervenuta, appunto, il 30 giugno 2011, una circolare indirizzata a tutte le Amministrazioni Pubbliche, con cui i ministri per le Pari Opportunità e per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e il Sottosegretario con delega alla Famiglia, Carlo Giovanardi definiscono i punti salienti della disciplina. La circolare contiene quindi delle raccomandazioni per indirizzare le scelte delle pubbliche amministrazioni nelle eventuali situazioni di contenzioso, evidenziando soprattutto i casi in cui i pubblici dipendenti sono titolari per legge di un diritto alla trasformazione (come nel caso dei malati oncologici) o di un diritto di precedenza alla trasformazione (come nel caso di dipendenti che assistono persone disabili o hanno figli minori di tredici anni).
Dossier "Collegato lavoro” Torna al menu

Circolare FP n. 9 del 30/06/2011
Trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale - presupposti - rivalutazione delle situazioni di trasformazione già avvenute alla data di entrata in vigore del DL n. 112 del 2008, convertito nella Legge n. 133/2008

20 Giugno 2011

Editoria digitale

Istruzione, un piano per l’editoria digitale scolastica

Il Ministero dell’istruzione promuove il Piano per l’Editoria Digitale Scolastica, finalizzato all’acquisizione di prototipi di “edizioni digitali scolastiche” che contribuiscano alla realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento.?L’intento dell’iniziativa è quello di incoraggiare il mondo dell’editoria alla realizzazione di prodotti, con valore aggiunto rispetto alle edizioni scolastiche cartacee, in grado di interagire efficacemente con le tecnologie digitali ormai presenti nella didattica quotidiana. I criteri seguiti nell’individuazione delle caratteristiche del prototipo fanno riferimento ad aspetti giuridico-normativi, contenutistici, di organizzazione e design, a principi pedagogico - didattici e sono in linea con i recenti studi internazionali sugli oggetti digitali per l’apprendimento. La prima fase dell’iniziativa riguarderà la scuola dell’obbligo e i prototipi dovranno essere conformi soprattutto alla normativa sull’Accessibilità. I prototipi si otterranno attraverso procedure di acquisizione sul MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione - www.acquistinretepa.it); le Richieste di Offerta saranno emanate da Istituzioni Scolastiche diffuse su tutto il territorio nazionale e ripartite tra i diversi ordini di scuole. Un Comitato costituito dal MIUR ha definito delle Linee guida finalizzate a predisporre un modello di Capitolato Tecnico- Disciplinare da mettere a disposizione delle Istituzioni Scolastiche che lanceranno le richieste di offerta.
9 Giugno 2011

Nuove regole

Congedi e permessi per i lavoratori dipendenti: le nuove misure

Il Consiglio dei Ministri del 9 giugno ha approvato in via definitiva il decreto legislativo per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi dei dipendenti sia pubblici che privati. Le modifiche introdotte ridefiniscono i criteri e le modalità per la loro fruizione e consentono di eliminare alcuni dubbi interpretativi sulle disposizioni vigenti fino ad oggi. Si tratta di un provvedimento che da un lato favorisce i lavoratori che ne fanno richiesta, dall'altro stabilisce importanti misure restrittive al fine di evitare abusi ed illeciti. Tra le novità: nel caso di interruzione spontanea o terapeutica della gravidanza successiva al 180° giorno dall'inizio della gestazione, come pure in caso di decesso del bambino alla nascita o durante il congedo di maternità, le lavoratrici hanno facoltà di riprendere in qualunque momento l'attività lavorativa, con un preavviso di dieci giorni al datore di lavoro, a condizione che il medico specialista del Servizio sanitario Nazionale o con esso convenzionato e il medico competente ai fini della prevenzione e tutela della salute nei luoghi di lavoro attestino che tale opzione non arrechi pregiudizio alla loro salute. Per ogni minore con handicap in situazione di gravità la lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre, hanno diritto, entro il compimento dell'ottavo anno di vita del bambino, al prolungamento del congedo parentale, fruibile in misura continuativa o frazionata, per un periodo massimo non superiore a tre anni, a condizione che il bambino non sia ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati, salvo che, in tal caso, sia richiesta dai sanitari la presenza del genitore.
Dossier “Congedo, aspettative e permessi: riordino della normativa” Torna al menu

Bozza decreto legislativo                                                          SLIDE sintesi D.L.vo

Decreto Legislativo ... (in attesa di pubblicazione sulla GU)
Integrazioni e modifiche, apportate per la ridefinizione dei criteri e delle modalità per la fruizione di congedi, aspettative e permessi dei lavoratori dipendenti
DSGA Salvatore Gallo - Consigliere Nazionale Anquap

FNADA
News

Rubriche

Corte Europea
dei Diritti dell'Uomo
Condanna per l'Italia: con la Finanziaria 2006 violati i diritti del personale Ata della scuola (exEELL)

Cerca conGoogle

Cerca con
altri motori di ricerca

 

 

Ricerche nel sito FNADA in FNADA Web

 

 in Istruzione.it

 


 
 

Amici di FNADA Web

Promuovi anche tu la tua Pagina
Da ora è possibile pubblicare e taggare le foto sulla pagina "Memoria" di FNADA Web  !

 

Seguici su Facebook

 

WebMaster

Crea il tuo badge

 

 

 

 

Torna a inizio pagina  Inizio pagina

 

 

Pagine collegate Su ] FNADA News N. 12/2011 ] FNADA News n. 11/2011 ] FNADA News n. 10/2011 ] [ FNADA News n. 9/2011 ] FNADA News n. 7/8-2011 ] FNADA News n. 6/2011 ] FNADA News n. 5/2011 ] FNADA News n. 4/2011 ] FNADA News n. 3/2011 ] FNADA News n. 2/2011 ] FNADA News n. 1/2011 ]

Rendi FNADA Web
la tua home page

Home Page

Link non funzionanti ?  Errori nella pagina ?  Perchè non segnalarli per la rettifica  !

Torna all'inizio della pagina


1998-2011

Pubblicazione diffusa via Internet - Server WWW (hosting): 9Net S.r.l.